C'è un gatto che piscia sul portone del purgatorio!
  
Share this book    
È possibile raccontare la dicotomia della nostra società, quella tra il bene e il male, soltanto ricorrendo a uno strano alfabeto di tautogrammi? Forse si. Forse no.
Si tratta di uno suggestivo viaggio senza fermate, fatto di sole emozioni, sensazioni, immagini, suoni, schiaffi e carezze.
Al lettore viene chiesto di stare in equilibrio su una corda sospesa in aria, a metà tra l'inferno e il paradiso, tra il bello e il brutto, giusto e sbagliato, speranza e rassegnazione. Solo per pochi minuti, poche pagine, qualche manciata di parole.
È una lettura particolare, originale e unica nel suo genere.
Una sola, decisiva, incombenza viene lasciata al lettore al termine dell'alfabeto: scegliere da che parte stare.

 
Show more