Ritrovarsi ‘vittime’ della vita (nostra e degli altri) e trovarsi a terra senza neanche accorgersene è un attimo, se non si hanno consapevolezza e strategia. UP! fornisce molte indicazioni affettuose e fondate sul ‘che fare’ quando cadiamo a terra, e una volta tornati ‘UP’, come ripartire portando con noi le persone a cui teniamo. Rifiutando il paradigma del self-help individualista, UP! si sofferma anche sulla dimensione comunitaria del benessere, sull’“essere con gli altri e per gli altri”.
Chi voglio essere, qual’è la storia di me che voglio raccontare?
Come mettermi in condizione di andare al massimo, per il mio bene e quello delle persone intorno?
Come gestirmi quando starò male?
Come posso ricostruirmi e lavorare per superare i limiti del mio Ego ed il mio senso di importanza personale?
Attraverso domande e casi, UP! dialoga con lettore e lo sfida, offrendosi come uno specchio per ritrovarsi e leggersi più a fondo con le chiavi di lettura giuste. Suggerisce, tra saggezza buddista, tradizione stoica e tecniche cognitivo-comportamentali, un approccio strategico alla vita che permetta di uscirne comunque migliorati, alleggerendo quell’ego ed il senso di “importanza personale” che sono la prima zavorra al nostro volare alto.
Show more