Storia d'Italia - vol. 29  - Il Quattrocento e le Signorie
  
Share this book    
Il XV secolo sancisce il vero e proprio passaggio dal Medioevo al Rinascimento. Nel Quattrocento, in Italia, si assiste alla formazione di alcuni rilevanti stati regionali (Genova, Firenze, Milano, Venezia), accanto ai quali si distribuiscono una miriade di centri signorili minori; in questa realtà policentrica la Corte si afferma come il luogo principale dell’organizzazione politica e dell’elaborazione culturale. Qui si intreccia, in una prospettiva essenzialmente laica, una complessa rete di rapporti intellettuali le cui molteplici espressioni filosofiche, letterarie e artistiche si coagulano dando vita al vero e proprio fenomeno noto come Umanesimo. Il racconto del secolo si dipana a partire dall'affermazione del Ducato di Milano, con la figura dominante di Filippo Maria Visconti, fino al raggiungimento dell'equilibrio politico della seconda metà del secolo che permetterà lo sviluppo delle città italiane come opere d'arte. Questo volume è realizzato a cura di Maurizio Falghera, con riferimento alle opere degli storici Konrad Burdach, Eugenio Garin, Gino Franceschini. La lettura è di Eugenio Farn.
Contenuto: Storia d'Italia - vol. 29  - Il Quattrocento e le SignorieIndice delle tracce:01 Il secolo dell'Umanesimo02 Il risorto Ducato di Milano03 Filippo Maria Visconti04 Un nuovo equilibrio politico05 Le città italiane diventano opere d'arteDownload (size):  1 file zip (mp3)128 Kbps – 38,6 Mb
Show more