Il comandante
  
Share this book    
C'è di peggio nell’aver conosciuto i crimini di guerra di Hitler: quando lo stesso criminale di guerra nazista racconta le sue azioni, impassibile e senza rimorsi. Nulla è inventato, nessuna parola è stata aggiunta.
Questo libro fa entrare il lettore nella testa di un uomo che ha partecipato allo sterminio di un popolo. Dopo la fine della guerra, durante la custodia cautelare in carcere, Rudolf Höss, comandante di Auschwitz, ha descritto la sua vita senza il minimo rimorso. Jürg Amann ha condensato questa voluminosa raccolta di appunti in un terribile monologo: non vi è nulla di inventato, ben poco è stato aggiunto. Una nuova occasione per conoscere la spaventosa autobiografia di Höss.
Show more