Il trono dei poveri
  
Share this book    
Gli ultimi tra gli ultimi, le mille voci del dolore, la vita, nella crudele inclemenza della materia di cui è plasmata la realtà. Sofferenza, guerra, malattia e morte, discriminazione sociale e sessuale, disagio psicologico e mancanza di lavoro. Un tempo breve o lungo, l’arco dell’esistenza, ma dove ogni istante sembra essere solo, l’atroce attesa di una nuova sventura, di nuove lacrime che mai verranno asciugate, di nuove ferite, che mai troveranno guarigione, mentre i momenti di letizia appaiono così lontani, distanti, addirittura irraggiungibili. Eppure questo non può essere possibile, non deve essere possibile, che le ombre trionfino sulla luce, e che l’afflizione e la pena possano divenire l’essenza dell’essere, quando invece non il tormento e la paura, ma il sogno, è l’energia che l’anima guida mentre la speranza, è la rosea scintilla, che il cuore umano non abbandona mai e che il coraggio e la forza, dona fino all’ultimo istante dell’esistenza, di credere in un domani migliore e di combattere perché felicità e amore, amicizia e affetto, non siano solo una pallida illusione e perché i sogni non siano solo candide nuvole spazzate dal vento ma come i più splendenti raggi del sole, il posto delle ombre nella
vita… prendano per sempre.
Show more