Il leone bianco
  
Share this book    
5 dicembre 1983. Roma, stazione Termini. Un bambino di tre anni viene abbandonato su una panchina di legno di fronte alla libreria della stazione. Indossa abitini nuovi, un maglione rosso di Topolino, dei pantaloni azzurri caldi e delle scarpe da ginnastica bianche. L’ultimo regalo dei suoi genitori, prima di sparire. Un addetto alla sicurezza della stazione, si accorge della sua immobile presenza e avverte la polizia.
I vestitini; il braccialetto d’oro del bambino; una fotografia infilata nel giubbino del bambino con l'immagine sfocata ed irriconoscibile di due persone, forse una mamma bionda e un papà dalla pelle nera; questi gli unici indizi su cui le forze dell'ordine possono lavorare.
Dalle parole confuse del bambino si apprende di un Padre malato, di un male che gli fa cambiare il colore della pelle. Da bianco a nero e da nero a bianco. Come credere ad una così singolare storia? Alla diffidenza della polizia, si aggiunge un gigantesco battage pubblicitario, un improvviso interessamento della stampa e poi l'archiviazione del caso.
Il piccolo sembra non avere legami con questo mondo, trova ristoro e tranquillità solo nella struttura per bambini sfortunati di Villa Maddalena, dove un Padre Gesuita sceglierà per lui il nome di John X. Ma la vita di John non sarà semplice. Per lui una folle corsa verso la normalità, una vita divisa da un bel periodo in Canada, un continuo ritorno alla sua drammatica situazione, la continua ricerca di una via alternativa, che lo porterà a compiere una lunghissima e pericolosissima rincorsa verso un futuro migliore.
Show more