Sei Qui Per Questo
  
Share this book    
La storia comincia con l’incontro di Lisa, la protagonista e il suo psicologo. Anche se, in realtà, la storia inizia molto prima. Lisa è una giovane donna di vent’anni che, a seguito del primo attacco di panico, si rende conto che qualcosa dentro di sè stava accadendo. Qualcosa di molto più profondo rispetto ai sintomi che riusciva a percepire. Nella sua paura c’era un messaggio importante, solo che, come spesso accade, non riusciva a capire quale fosse.

Lisa arriva ad un certo punto della sua vita non riuscendo più a vedere una via d’uscita. I giorni si ripetono tutti uguali in quella zona di comfort che Lisa non tollerava più. Era stanca di sopravvivere, stanca davvero. Per anni non aveva fatto altro che dare la colpa a suo padre, quell’uomo che per lei non c’è mai stato. E che, quando era presente, non ha fatto altro che crearle dei forti traumi. Vivere a denti stretti, ecco cosa ha fatto Lisa fino al suo incontro con il suo psicologo. Un rapporto tortuoso il loro, essendo lui una persona molto rigida e fredda (almeno in apparenza).

Quest’uomo accompagnerà Lisa in tutto il suo percorso di crescita personale, aiutandola a mettere un punto a tutto ciò che si era messo tra lei e la sua felicità. Ma questa non è solo la storia di Lisa: è la storia di tutti coloro che, in un momento della propria vita, si sono sentiti persi e non compresi. È la storia di tutti quei ragazzi “senza” padre che, giorno dopo giorno, lottano per farcela con la mancanza di quella figura di sostegno così importante. È la storia di chi sa cosa vuol dire vivere con un’ombra accanto, quella dell’ansia. Un’ombra che non ti fa respirare, che ti fa vivere con la paura costante che stia per arrivare un nuovo attacco di panico e che, purtroppo, non si fa mai attendere.

ALL'INTERNO DI QUESTO LIBRO SCOPRIRAI: Per quale motivo l’ansia non è il problema, ma la sua conseguenza. Attacchi di panico: cosa sono, come ci si sente e cosa vuol dire sentirsi in gabbia e senza forze. Quali sono le conseguenze fisiche, psicologiche e mentali derivanti dalla mancanza di un padre. L’importanza di saper distinguere il bene dal male. Come trovare il buono che è dentro di noi. Perché la forza di volontà è l’unica cosa che conta per uscire da situazioni difficili. La teoria della seconda freccia: cos’è e in cosa consiste. In che modo la speranza permette di tornare a vivere. L’unico modo per riuscire davvero a perdonare.
L'AUTRICE
Silvia Pino è nata il 13 Novembre 1993. È una Life Coach e studentessa di Psicologia. Nella sua vita la scrittura ha sempre avuto un ruolo importante, ma ciò è diventato fondamentale nel momento in cui ha capito di voler raccontare una storia: questa storia. Silvia ha voluto parlare di un argomento che, purtroppo, accomuna fin troppe persone, molte delle quali sono giovani: l’ansia e gli attacchi di panico. Avendo vissuto questi disturbi in prima persona, ha potuto ricostruire ciò che può succedere e fino a che punto certi sintomi possano condizionare la propria esistenza. Inoltre, nel suo libro, viene affrontata un’altra tematica molto forte: la mancanza della figura paterna. Silvia ha voluto costruire il personaggio di Lisa da zero, non basandosi sulla propria vita.Ha voluto piuttosto dare alla luce un personaggio nuovo, un personaggio a cui potersi ispirare. Da qui l’intento della scrittrice: ispirare le persone facendo capire che, per quanto la vita possa essere difficile, una via d’uscita c’è sempre.
Show more